Cosa vedere a Santa Fiora

Santa Fiora è inserita nella guida dei Borghi più belli d’Italia, le è inoltre stata conferita la Bandiera Arancione, il marchio di qualità del Turing Club Italiano.

Si trova in provincia di Grosseto, precisamente alle pendici del Monte Amiata.
La sua posizione è, per molti versi, strategica, in quanto permette di raggiungere in poco tempo i molti dei luoghi d’interesse della zona.

Santa Fiora offre a chi la visita uno dei borghi medievali meglio conservati della zona.

Alle porte del borgo potrai ammirare la maestosità del Palazzo Cesarini Sforza, sormontato dalle due magnifiche torri, le caratteristiche vie del centro storico, dalle quali si giunge alla Pieve delle Sante Flora e Lucilla, dove vengono conservate le Robbiane, o alla piazzetta di San Michele.

Scendendo per Via Carolina, ad un certo punto, rimarrai senza parole difronte allo spettacolo unico offerto dal riflettersi dei raggi del sole nel magnifico specchio d’acqua della Peschiera

La Peschiera di Santa Fiora

Di fianco alla Peschiera sorge la Chiesa della Madonna delle Nevi.

Più avanti sarà invece possibile effettuare una visita guidata alle sorgenti del Fiora.

Nella piazza principale, Piazza Garibaldi, si trova inoltre un museo dedicato alla lunga tradizione mineraria dell’Amiata, nel quale è possibile trovare, tra le altre cose, oggetti della vita quotidiana dei minatori.

Ma Santa Fiora non è solo storia.
Nel periodo estivo, infatti, il festival “Santa Fiora in Musica” raccoglie musicisti provenienti da tutta Italia, i quali si esibiscono nei luoghi più caratteristici del borgo e all’interno della bellissima cornice dell’auditorium “A. Camilleri”.

La Fiaccolata invece si svolge invece il 30 Dicembre, tant’è che negli anni, questa storica tradizione, è diventata un vero e proprio “capodanno anticipato”.

Le fiaccole del 30 dicembre

Durante la Fiaccolata tutto il centro storico si veste a festa, raccogliendosi attorno a pile di legno, alle quali viene dato fuoco all’imbrunire.
Per le vie del borgo si possono trovare cantine, chioschi e mercatini di artigianato, il tutto circondato da musica e spettacoli itineranti.

La vetta del Monte Amiata
La vetta del Monte Amiata è raggiungibile in circa 20 minuti di automobile; qui si possono trovare attrazioni di tutti i tipi, quali:

  • impianti sciistici
  • Bike Park
  • Parco avventura
  • Speroni di roccia per arrampicate

Oltre al piacevole relax di un pic-nic all’ombra di una delle faggete più grandi d’Europa, approfittando delle molte aree attrezzate che si trovano lungo la strada per la vetta.

L’eremo sulla sommità del M. Labbro

Molto vicino al borgo vi è inoltre il Monte Labbro, circa 15 minuti, il quale ospita varie attrazioni, tra cui:

  • Merigar Ovest – Si tratta di una comunità Buddista la quale venera la montagna sacra, il Monte Amiata
  • Torre del S. David – Sulla cima del Monte Labbro si trova l’eremo del “Cristo dell’Amiata” David Lazzaretti
  • Parco Faunistico del Monte Amiata – Alle pendici della montagna è possibile visitare un parco che raccoglie
    tutte le specie autoctone della zona, dal capriolo al lupo
Le vasche termali di Saturnia

Le famosissime terme libere di Saturnia sono a non più di 35 minuti.

Percorrendo una distanza simile si potrà invece ammirare la “Balena bianca” dei bagni di San Filippo, ovvero una “cascata” calcarea formatasi nei secoli in questa rinomata località termale.

Esistono poi varie piscine naturali che si possono trovare lungo i fiumi e i torrenti dell’Amiata, le più vicine sono nei comuni di Arcidosso e Castel del Piano.

Santa Fiora E-Bike

Dal borgo partono vari sentieri, i quali attraversano i castagneti circostanti Santa Fiora, percorribili a piedi o in Mountain Bike.

Dal parcheggio di Piazza Dante inoltre, previa registrazione all’ufficio della Pro Loco, è possibile noleggiare delle e-bike, con pedalata assistita, con cui visitare il territorio circostante.